I rimedi per combattere la cellulite in modo efficace

Una corretta alimentazione e un’attività fisica costante sono importanti per contrastare la cellulite, ma serve un aiuto in più per un’azione davvero efficace

da , il

    I rimedi per combattere la cellulite in modo efficace

    Con l’avvicinarsi dell’estate e della tanto temuta prova costume, tornano alla ribalta le problematiche legate a un inestetismo che colpisce fino a 8-9 donne su 10 e che non risparmia neanche alcuni uomini: la cellulite. Una sana alimentazione e un’attività fisica regolare sono degli ottimi alleati nella lotta contro la cosiddetta buccia d’arancia, ma spesso è necessario un aiuto in più per sconfiggere questo nemico così tenace, come l’utilizzo di creme mirate. Scopriamo insieme come sfruttare al meglio l’azione combinata di rimedi efficaci e sane abitudini per combattere la cellulite.

    La cellulite non è grasso

    E’ doveroso fare innanzitutto una distinzione tra grasso e cellulite. La differenza principale (nonché quella che ci interessa direttamente) è che del primo è possibile liberarsi abbastanza facilmente, mentre della seconda no.

    L’adiposità localizzata consiste infatti in un accumulo di grasso a livello sottocutaneo, e può essere combattuta diminuendo le calorie introdotte attraverso l’alimentazione o aumentando il consumo energetico con l’attività fisica. Il grasso, così come si era depositato, se ne va.

    La cellulite implica invece una condizione alterata del tessuto sottocutaneo: le cellule adipose si espandono e accumulano un eccesso di liquidi, il flusso sanguigno rallenta e anche il sistema linfatico (che serve a far defluire le scorie dalle cellule) viene alterato.

    Nei suoi stadi più avanzati questo disturbo può provocare, oltre al noto aspetto a buccia d’arancia, perdita di elasticità della pelle, comparsa di capillari e noduli dolorosi.

    Alimentazione e cellulite: cosa magiare e cosa evitare

    Un regime alimentare sano è indispensabile per il nostro benessere, e mangiare correttamente può aiutarci a combattere la cellulite.

    Iniziamo dall’acqua: berne almeno 2 litri al giorno, preferibilmente lontano dai pasti, è fondamentale per contrastare il processo di ritenzione idrica innescato dalla cellulite.

    Prediligiamo poi alimenti semplici e poco conditi. Sale, olio e burro in quantità eccessive, così come molti ingredienti contenuti nei prodotti preconfezionati , favoriscono l’accumulo di adipe e la ritenzione dei liquidi, peggiorando la situazione.

    Spazio invece alla verdura e alla frutta, specialmente quella ricca di potassio, agli alimenti sani alla base della dieta mediterranea e a infusi e tisane (in particolare quelle a base di betulla, vite rossa e finocchio).

    Meglio poi dire addio ai superalcolici ed evitare o ridurre gli alcolici in generale.

    L’attività fisica contro la cellulite

    Trenta minuti di attività fisica ogni giorno sono un vero toccasana nella lotta contro la buccia d’arancia. Ovviamente, ognuno deve fare movimento in base alle proprie possibilità fisiche, e anche una camminata veloce può essere d’aiuto.

    Anzi, pare che camminare sia da preferire alla corsa in questo caso: le attività molto intense infatti favoriscono la produzione di acido lattico, che va a interferire con l’ossigenazione dei tessuti e sulla circolazione del sangue, peggiorando così il problema della cellulite.

    In alternativa è consigliabile frequentare una palestra a giorni alterni, in particolare dedicandoci a esercizi mirati per rassodare i muscoli di gambe e glutei, come squat e affondi in primis.

    E anche il nuoto può essere d’aiuto, così come l’acquagym e le altre discipline pensate per tonificare la parte inferiore del corpo da praticare in acqua.

    Le creme anticellulite: quale scegliere?

    Alimentazione sana e attività fisica sono un grande aiuto, ma purtroppo da sole non bastano per combattere la buccia d’arancia ed è necessario ricorrere all’utilizzo di prodotti mirati.

    Partiamo però da un importante presupposto: non tutte le creme anticellulite sono uguali. Alla base del problema c’è un processo infiammatorio, ed è quindi necessario intervenire con un prodotto con un’azione farmacologica per contrastarlo.

    Le creme cosmetiche infatti non possono avere, anche per legge, un’azione medica davvero efficace a livello del tessuto sottocutaneo.

    Le creme anticellulite farmacologiche invece sono in grado di stimolare il microcircolo, rimuovere i lipidi in eccesso e aiutare il circuito linfatico, favorendo così il riassorbimento dei fluidi a livello locale.

    A proposito di creme, può esserti utile questo articolo sul tema realizzato da un noto dermatologo, esperto in materia.